payday advance .
Zovirax Cheap
Spettacolare chiusura per i Campus Afam del Conservatorio Tchaikovsky sulle note de Le Grand Tango PDF Stampa E-mail
Notizie - News Istituto
Scritto da Pierfrancesco Pullia   
Mercoledì 31 Luglio 2013 11:00

da sx_Arlia Saverio_Caruso_Pullia_Arlia FilippoIl suono ardito e appassionato di due pianoforti. Le atmosfere dell’Argentina. L’eleganza di un’esecuzione ineccepibile. La sala si riempie di ardite trame musicali. Sulla scena due talenti. La cornice è quella del suggestivo e storico borgo medievale di Santa Severina. In dirittura d’arrivo i Campus Internazionali di Alta Formazione Musicale organizzati a Santa Severina dal Conservatorio di Musica Tchaikovsky e dall’Amministrazione Comunale del borgo. Il 27 luglio una brillante e ricca serata. Nella cattedrale di S.Anastasia, alle ore 21.00 in programma un recital per pianoforte che ha visto, nella prima parte, l’esibizione di due eccellenze del pianoforte quali Filippo Arlia e Francesco Caruso. Il primo, anche direttore dell’Orchestra Filarmonica della Calabria e docente di prassi e metodologia presso il Tchaikovsky, il secondo, docente di Teoria e Solfeggio e Musica da camera presso lo stesso conservatorio, ma anche compositore (suo l’inno composto ed eseguito per il papa in occasione della sue recente visita in Calabria a Lamezia Terme). Il Duo ha aperto il recital pianistico con un pezzo particolarmente impegnativo e tecnicamente complesso, dal sapore argentino, quale “Le gran Tango” di Astor Piazzolla. L’esibizione ha calamitato l’attenzione del pubblico strappando un lungo applauso e una spontanea standing ovation. Abilità, tecnica, esecuzione ineccepibile e appassionante. La seconda parte del recital ha visto invece l’esibizione dello stesso Arlia con alcuni dei migliori allievi della classe di pianoforte del Tchaikovsky quali Filippo Garruba, Nico Fuscaldo e Mariateresa Lo Bianco che hanno eseguito il Concertino di Shostakovich, Vaiazioni su un tema di Paganini, Scaramouche di Milhaud, Adios Nonino di Piazzolla. Alle 23.00 invece musica jazz in Piazza Campo con i Marsalis Brass Band formazione promossa dal Conservatorio nocerese e formata da Tastiera, Batteria e Percussioni, Basso, Chitarra, Tromba e voci. Questa intensa sesta edizione dei Campus, che si è svolta dal 20 al 28 luglio, chiude con numeri e nomi importanti. Come dichiara il direttore del Tchaikovsky, il M°Pierfrancesco Pullia: «i Campus, come ogni anno, rappresentano la perla di chiusura della programmazione annuale del Conservatorio. Anche quest’anno i grandi nomi del settore hanno arricchito ed elevato il prestigio dell’iniziativa: oltre alla presenza di tutti i cattedratici del Conservatorio di Musica Tchaikovsky, il campus ha visto la presenza di prestigiosi docenti e concertisti; da Salvatore Greco, spalla del Teatro Massimo di Palermo; al noto sassofonista nonché direttore del Conservatorio di Musica di Fermo Massimo Mazzoni; al Primo Clarinetto dell’Accademia Nazionale Santa Cecilia Stefano Novelli; al Docente Ordinario di Fisarmonica del Conservatorio Santa Cecilia di Roma, Massimiliano Pitocco; fino alla Prima Tuba e il Primo Oboe del Teatro Bellini di Catania, rispettivamente Antonio Coschina e Stefania Giusti. E ancora Gabriele Ottaiano, cattedratico di pianoforte del Conservatorio San Pietro a Majella di Napoli e Angelo Miele, docente di fisarmonica al conservatorio di musica di Campobasso. Questa VI edizione conferma ancora una volta l’eccezionale portata internazionale dell’evento: oltre 250 allievi iscritti a ben 36 Masterclass, 52 i docenti impegnati nelle attività didattiche e un cartellone concertistico con oltre 20 spettacoli di elevata caratura che hanno arricchito lo spettacolare contesto monumentale del Borgo di Santa Severina durante le 8 giornate di campus. Un Campus ricco non solo di musica, ma anche di approfondimenti in cui attraverso una serie di seminari si è parlato anche di cinema, arti pittoriche e civiltà della canzone, perché ci piace vedere, pensare e proporre la musica a 360 gradi. A nome di tutta la dirigenza del Conservatorio Tchaikovsky un grazie a tutti gli ospiti, concertisti e cattedratici delle migliori istituzioni nazionali e internazionali che hanno arricchito, con la loro straordinaria presenza, lo spessore artistico del Campus; a tutti i colleghi del Tchaikovsky che, instancabilmente, attraverso il loro operato, avvicinano i nostri giovani alla grande musica, donando loro gli strumenti per perfezionarsi e percorrere sentieri d’eccellenza e professionalità; grazie a tutti gli allievi che, con la loro presenza e appassionata voglia di imparare, ricercare e conoscere l’arte musicale, hanno permesso di rafforzare questa straordinaria iniziativa; grazie a tutto lo staff del nostro conservatorio, a tutti gli appassionati della buona musica, al Sindaco di Santa Severina, l’avv. Diodato Scalfaro e a tutta l’amministrazione comunale che, anche quest’anno, ha voluto fortemente ospitare questa intensa manifestazione qui nel borgo di Santa Severina elevando il prestigio del borgo a livello internazionale». 

21450 656789281017869 168146740 n 149297 10200422468460332 1549360293 n 181220 188162428010712 2011917673 n
996550 662826383746574 872260528 n 1003853 201205513373070 667452936 n 1012730 10200409061565168 361497507 n
 602722 664930100202869 119579248 n 603007 10200412300366136 1149934647 n  995962 10200412298086079 1004449145 n 
Ultimo aggiornamento Mercoledì 31 Luglio 2013 11:30
 

NOTIZIE FLASH