Florida Payday Loans can help you in trying times, but be sure to know the laws necessary for your loan application.
Buy Zithromax
Tchaikovsky e Fondazione Mediterranea Terina avviano il “Polo Mediterraneo della Arti della Calabria” PDF Stampa E-mail
Notizie - News Istituto
Scritto da Pierfrancesco Pullia   
Martedì 16 Luglio 2013 16:29

da sx arlia nicotera pullia webIl Conservatorio di Musica Tchaikovsky di Nocera Terinese e la Fondazione Mediterranea Terina, dando seguito alla stipula di una Convenzione firmata tra i due enti, avviano un’importante e unica iniziativa territoriale in Calabria. In base ai dettami previsti dalla L.508/99 di riforma del sistema artistico nazionale, i due Enti hanno gettato le basi per l’avvio e l’attivazione di un Polo Nazionale delle Arti denominato “Polo Mediterraneo delle Arti della Calabria”, quale contenitore, da una parte, di attività didattiche e di ricerca promosse mediante l’implementazione di Master e Corsi Accademici di Alta Specializzazione nel campo artistico-musicale (tali da rappresentare un’esperienza didattica di alto perfezionamento unica nel sud Italia); dall’altra, di attività di produzione nell’ambito delle stagioni concertistiche dell’Orchestra Filarmonica della Calabria (che proprio negli spazi del polo convegnistico della Fondazione Terina ha la sua sede stabile) e dell’istituendo “Centro di Formazione Orchestrale Regionale”. Immagine-055Tali attività troveranno gestione amministrativa proprio presso le sedi della Fondazione Terina e, in essa, presso gli spazi concessi al costituendo Polo della Arti. Un’azione dunque fortemente integrata tra le due istituzioni che si impegnano a promuovere la cultura a diversi livelli di produzione, secondo un’ottica di valorizzazione delle risorse umane e territoriali che certamente offrono un fattivo contributo nella direzione di un innalzamento del profilo socio-culturale della nostra regione che, in tal modo, punta lo sguardo anche al di fuori di essa, muovendo, per usare una metafora letterale, la forza della cultura oltre che all’interno in maniera centripeta, anche all’esterno in maniera centrifuga. Come infatti chiarisce il Direttore del Tchaikovsky, il M°Pierfrancesco Pullia: «il Polo Mediterraneo delle Arti non è un progetto, ma un “open work”, attraverso cui ci si pone come principale obiettivo quello di promuovere le eccellenze e favorire i processi di veicolazione della cultura, partendo dall’idea di trasformare uno dei più grandi poli convegnistici, fieristici e teatrali del Meridione d’Italia, in una vetrina d’avanguardia per l’intera regione, anche attraverso la promozione di un consorzio che coinvolgerà, allo stesso tempo, Enti e Associazioni, Università e Imprese in una “regia” progettuale altamente innovativa. La Fondazione Terina è infatti già un polo d’eccellenza che ha facoltà di mettere in atto modalità di integrazione tra il sistema della ricerca e il sistema della conoscenza attraverso network e relazioni con università e enti di alta formazione. Credo che tali obiettivi siano racchiusi bene nel concetto di “Open Terina”, ossia proprio nell’idea di una “Terina aperta” alla collaborazione, alla ricerca, al network, alla relazione, all’integrazione. Un’idea di progettazione della cultura e della formazione sul territorio che il Conservatorio Tchaikovsky, unitamente alla Fondazione, stanno promuovendo. Immagine-027Ed è sulla scia di questo canale “aperto” che ci stiamo muovendo. Ecco perché il “Polo Mediterraneo della Arti” non è un progetto, ma un “open work” che sviluppa idee, formazione, ricerca, produzione, lungo le cui trame trovano forma le molteplici sfaccettature di quella politica culturale interna che da anni, come Conservatorio, portiamo avanti, cercando, attraverso il dialogo con il territorio e le sue istituzioni, di realizzare una sana progettazione culturale che possa essere anche volano per promuovere, indirettamente, un’idea positiva di investimento culturale-territoriale». «L’avvio dell’iter per l’istituzione del Polo delle Arti» aggiunge il Presidente del Tchaikovsky il M°Saverio Arlia, «non solo caratterizzerà, in termini di offerta formativa, il centro della Calabria, ma sarà, nel tempo, cerniera tra tutti gli attori che intendono promuovere iniziative culturali, ottimizzandone le risorse e la dispersione delle economie puntando fortemente all’eccellenza». Il “Polo Mediterraneo delle Arti”, aggiunge il vicedirettore del Tchaikovsky, nonché direttore dell’Orchestra Filarmonica della Calabria, il M°Filippo Arlia «darà anche una notevole spinta nella direzione di mettere a sistema il lavoro di produzione che sta andando consolidandosi con le attività concertistiche dell’Orchestra Filarmonica della Calabria che, nella Fondazione e nell’istituendo Centro di Formazione Orchestrale Regionale, trova una sua stabile dimensione». Alla luce di quanto definito, da parte della dirigenza del Tchaikovsky un ringraziamento dovuto è pertanto rivolto al Presidente della Fondazione Terina, l’Avv.Giancarlo Nicotera per avere immediatamente sposato anche quest’ultimo progetto comune, per averne condiviso gli obiettivi e per quanto da lui fatto in questi anni; la sua è stata una collaborazione fattiva e sinergica che ha permesso di giungere a risultati importanti e a favore di una cultura nuova, diversa e aperta che sa raccogliere risultati attorno ad un’idea forte di studio, professionalità e progettualità mirata.

 

NOTIZIE FLASH